Klaus Schmidt (1953-2014)

E’ con grande tristezza che dobbiamo annunciare la morte improvvisa di Klaus Schmidt, avvenuta Domenica 20 luglio 2014. La sua scomparsa arriva del tutto inaspettata e lascia un grande senso di perdita sotto ogni aspetto. Il prof. Schmidt era responsabile di vari progetti dell’Istituto Archeologico Germanico, a cominciare dallo scavo del fondamentale sito Neolitico preceramico di Gobekli Tepe, sud-est della Turchia, in corso da vent’anni; nonché del sito Calcolitico e del Bronzo Antico di Aqaba, Giordania. I nostri pensieri in questo momento sono per la moglie, Cigdem, alla quale esprimiamo le nostre sincere condoglianze.
Klaus non potrà inaugurare l’apertura al pubblico di Gobekli Tepe, a cui stava dedicandosi oltre allo scavo, realizzata con una grande operazione attivata dall’investimento di quattro milioni di Euro, in gran parte ottenuti da sponsor.
Il suo scritto più noto, concernente gli scavi di Gobekli Tepe, è stato tradotto in italiano col titolo Costruirono i primi Templi, Edizioni Oltre.
Roberto Maggi

L’Art des objets de la Préhistoire

art-des-objets-de-la-prehistoire
Autore: Patrick Paillet
Editore: Errance éditions, Arles, 2014
ISBN: 978-2-87772-571-2
175 pagine, 39 €

Il volume si propone come uno strumento di riflessione sull’arte mobiliare, privo di classificazioni tecnologiche o tipologiche, ma ricco di commenti, riflessioni, richiami storici e prospettive originali su oggetti d’arte, corredato da un ricco e ben curato catalogo di immagini.

Il lavoro analizza, nello specifico, i materiali provenienti dal livello Maddaleniano dei primi scavi svolti dal marchese Paul de Vibraye, pioniere dell’archeologia preistorica del XIX secolo, nel riparo di Laugerie-Basse in Dordogna, soffermandosi dettagliatamente proprio sulla figura del de Vibraye e sulla sua prestigiosa collezione.

L’approccio ragionato sui contesti, sui materiali e sulla storia della scienze antropologiche e preistoriche fanno di questo lavoro un originale strumento per “svelare il lato nascosto delle opere d’arte della collezione de Vibraye”.

MAF – Incontri al Museo 2014-2015

E’ uscito il programma del nuovo ciclo di conferenze ed eventi che si terranno
al Museo Archeologico Nazionale di Firenze tra Settembre 2015 e Maggio 2015
di giovedì, alle ore 17,00

depli interno

Il più antico resto umano d’Italia

Nei livelli archeologici del sito di Isernia La Pineta, risalenti a circa 600 mila anni fa, è stato rinvenuto un dente di bambino che, allo stato attuale delle ricerche, rappresenta il più antico resto umano della Penisola Italiana.
incisivo superiore da latte del bambino de La PinetaSi tratta di un primo incisivo superiore sinistro da latte di un bambino deceduto all’età di circa 5-6 anni. Il dente mostra caratteristiche particolari che non si ritrovano negli altri reperti rinvenuti in Europa, seppur riconducibili ad un ampio contesto cronologico.  Il reperto rinvenuto viene attribuito a Homo heidelbergensis.
vai al comunicato stampa completo

 

le attività di scavo nel corso del 2014Giovedì 24 luglio alle ore 17.00 nella sala polivalente del Museo del Paleolitico di La Pineta di Isernia, via Ramiera Vecchia, verranno presentati:
- gli ultimi risultati delle ricerche;
- le analisi, in corso, del reperto umano;
- i futuri sviluppi della presentazione museale del giacimento paleolitico;
- le più recenti pubblicazioni scientifiche e divulgative.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare il Prof. Carlo Peretto via e-mail ( carlo.peretto@unife.it) o al cellulare 329 319 1650.

L Riunione Scientifica IIPP

Riunione Scientifica 2015 – I CIRCOLARE
Tema: L’alimentazione nella preistoria e nella protostoria
Titolo: “Preistoria del cibo”

Comitato scientifico: C. Belardelli, A. Cazzella, M. Cremaschi, J. De Grossi Mazzorin, R.C. de Marinis, I. Damiani, G. Giacobini, F. Marzatico, A. Revedin, M. Rottoli.
Data e durata: Inizi di ottobre 2015; 4 giornate precedute da mezza giornata di presentazione
Sede: Roma
Le proposte dovranno essere inviate all’indirizzo mail  preistoriadelcibo@gmail.com  entro il 30 settembre 2014. Esse dovranno essere corredate da un riassunto che rifletta con chiarezza i contenuti, in modo da consentirne la corretta valutazione e selezione, oltre che dall’indicazione della sessione di pertinenza.

Si prega inoltre di segnalare, entro lo stesso termine, l’eventuale intenzione / disponibilità di organizzare mostre, conferenze o altri eventi in linea con i temi proposti dalla Riunione Scientifica.