In memoria del Prof. Arturo Palma di Cesnola

Il prof. Arturo Palma di Cesnola se n’è andato ieri, 9 luglio, lasciando nello sconforto i numerosi colleghi e le diverse generazioni di allievi che hanno trovato in lui, oltre all’insigne studioso, una persona umana e gentile, un vero signore d’altri tempi. Prof. emerito presso il DSFTA, è stato fra i “fondatori” negli anni ’960 dell’allora Facoltà di Scienze Naturali della Università di Siena. E’ stato inoltre a lungo Consigliere dell’IIPP. La sua instancabile attività di ricerca e di studio nel campo del Paleolitico, riconosciuta a livello internazionale, ci lascia, accanto a numerosissimi articoli, alcune monografie tutt’oggi fondamentali per la conoscenza del Paleolitico in Italia. Non meno importante la sua ricerca sul campo, soprattutto in Italia meridionale: si deve a lui la messa in luce delle serie stratigrafiche di numerose grotte del Cilento (Grotte del Poggio e della Cala, a Marina di Camerota) e della Puglia (citiamo soltanto Grotta Paglicci a Rignano Garganico e Grotta del Cavallo presso Nardò), tutte oggetto ancora di ricerche e pubblicazioni. A lui infine si deve il riconoscimento di un aspetto culturale del primo Paleolitico superiore italiano, il cosiddetto Uluzziano, argomento attualmente molto dibattuto nella comunità scientifica internazionale. Noi, meno giovani fra i “preistorici” dell’Ateneo senese, serberemo, con infinita nostalgia, l’incancellabile memoria del grande maestro e dell’amico.

I funerali si svolgeranno giovedì 11 luglio alle ore 10.30 presso la chiesa di sant’Ambrogio a Firenze.

Dal Pollino all’Orsomarso. Ricerche archeologiche tra Ionio e Tirreno

Si terranno a San Lorenzo Bellizzi (CS), nella splendida cornice naturale dell’alta valle del Raganello sul massiccio del Pollino, le Giornate internazionali di archeologia “Dal Pollino all’Orsomarso. Ricerche archeologiche tra Ionio e Tirreno” (4-6 ottobre 2019).

La manifestazione intende essere un’occasione di incontro per gli studiosi che operano su questo vasto territorio, per far sì che gli esiti di tante ricerche possano essere presentati e costituire motivo di confronto scientifico. Sono auspicabili contributi su indagini inerenti la preistoria e protostoria dell’area in esame.

Per maggiori informazioni: www.enzodeimedici.it

Concorso per progetti didattici IIPP

L’IIPP, nell’ambito del suo impegno per una maggiore e più corretta diffusione della preistoria e della protostoria nella società italiana, ha promosso una nuova collana di pubblicazioni dedicata alla didattica nelle scuole e come supporto nella didattica museale. La collana “+ Preistoria | Quaderni didattici dell’IIPP” si propone sia di fornire materiale utile allo svolgimento di attività didattiche nelle scuole e nei musei, sia di costituire un luogo di riflessione e confronto.

Pertanto l’Istituto bandisce un concorso per due progetti didattici sotto forma di laboratori o percorsi tematici, inerenti a tematiche generali sulla preistoria e la protostoria.

I due progetti selezionati verranno pubblicati nella nuova collana dell’IIPP come edizione digitale.
I vincitori del concorso riceveranno inoltre un attestato e una selezione di cinque pubblicazioni dell’IIPP, a scelta tra quelle disponibili.

La scadenza per la presentazione dei progetti è fissata al 30 ottobre 2019.
La partecipazione è libera ed è aperta a gruppi o a singoli.

Tutte le indicazioni dettagliate per partecipare al concorso sono consultabili nel BANDO DI PARTECIPAZIONE

Colloqui per la selezione dei candidati al Servizio Civile Regionale

Con decreto n.6584 del 29-04-2019 sono stati messi a bando e approvati i progetti di Servizio Civile Regionale nella Regione Toscana finanziati con il POR FSE 2014/2020 – Asse A.2.1.3.B.

I giovani che hanno presentato domanda per il progetto dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria “Arte preistorica in biblioteca e negli archivi. Conservazione e valorizzazione del patrimonio documentario dell’IIPP” sono invitati a presentarsi per il colloquio di selezione lunedì 15 luglio 2019 presso la sede operativa dell’Istituto in via della Pergola, 65 – 50121 Firenze, presso cui dovranno prestare servizio i candidati selezionati.

Gli orari dei colloqui saranno:
– dalle ore 10.00 cognomi da A a F
– dalle ore 14.30 cognomi da G a Z

Servizio Civile Regionale – Il progetto IIPP – SCADENZA PROROGATA al 28 giugno ore 14

Con decreto n.6584 del 29-04-2019 sono stati messi a bando e approvati i progetti di Servizio Civile Regionale nella Regione Toscana finanziati con il POR FSE 2014/2020 – Asse A.2.1.3.B.
Il bando, promosso dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì, è attivo dal 9 maggio fino al 28 giugno 2019 ore 14.00 (scadenza prorogata).

Sono 3 i giovani che potranno svolgere un’ importante esperienza formativa attraverso un periodo di Servizio Civile della durata di 12 mesi presso l’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, con un contributo mensile di 433,80 euro.

Il progetto “Arte preistorica in biblioteca e negli archivi. Conservazione e valorizzazione del patrimonio documentario dell’IIPP” ha come obiettivo il completamento della catalogazione del patrimonio librario e il riversamento dei dati bibliografici in SBN, al fine di rendere fruibile al pubblico di specialisti e non, un quadro completo sulle pubblicazioni in materia preistorica, con particolare attenzione al corpus sull’arte preistorica italiana. Sarà inoltre possibile completare l’acquisizione digitale dei documenti fotografici, prevedendo anche la catalogazione delle fotografie, al fine di rendere disponibile online l’archivio fotografico IIPP.

Costituirà titolo preferenziale la laurea almeno triennale in Lettere e Filosofia, Beni Culturali, Archivistica e Biblioteconomia. Nella valutazione si terrà anche conto di un eventuale percorso formativo nei settori disciplinari LANT/01 PREISTORIA E PROTOSTORIA o BIO/08 ANTROPOLOGIA.

IL PROGETTO DELL’IIPP

Leggi tutto

Indagare il passato in onore di Enrico Atzeni

Convegno di Studi
Indagare il passato. Giornate di studi di Preistoria e Protostoria in onore di Enrico Atzeni
21-22 giugno 2019, Cagliari, Cittadella dei Musei “Giovanni Lilliu”, Aula “Roberto Coroneo”
Il Convegno, alla presenza del Prof. Enrico Atzeni, si svolgerà in due giornate. Parteciperanno ai lavori oltre 70 studiosi, provenienti non solo dalla Sardegna ma anche dalla penisola e dalla Sicilia, dalla Corsica e dalla Francia continentale, dalle Baleari e dalla penisola iberica, da Israele e dall’Australia.
PROGRAMMA