[metaslider id=9281]

IL NUOVO CATALOGO DELLA BIBLIOTECA IIPP

Il nuovo Catalogo della Biblioteca dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria è da oggi accessibile online
E’stato compilato seguendo le attuali norme catalografiche in uso nella maggior parte delle Biblioteche italiane. Attraverso la ricerca è possibile quindi accedere alle schede delle singole monografie presenti in Biblioteca. Tale scheda fornirà tutte le informazioni necessarie all’identificazione del libro. Verranno così visualizzati il titolo, l’eventuale sottotitolo, l’autore, la casa editrice, la città e l’anno di pubblicazione, il numero dei volumi e delle pagine dell’opera, il numero di eventuali tavole o carte allegate alla monografia, il formato del volume e l’eventuale collana di appartenenza.

La ricerca online è molto semplice ed intuitiva: dalla homepage dell’Istituto CATALOGO BIBLIOTECA è possibile accedere alla pagina di ricerca nella quale sono presenti due campi “Autore/Titolo” e “Soggetto”. Riempiti i campi verranno visualizzate le schede delle monografie che rispondono ai parametri forniti dall’Utente. Accanto alla scheda dell’opera vengono visualizzati anche i Soggetti associati alla stessa.

Al fine di rendere più veloci e semplificare le ricerche in biblioteca, e grazie al sostegno dell’Ente CR di Firenze, sono stati razionalizzati i criteri di Collocazione delle opere.
Le monografie della biblioteca sono state quindi fisicamente organizzate (ad eccezione degli Atti di Convegni, di Cataloghi di Mostre/Musei e delle opere di carattere generale) secondo ripartizioni geografiche sia macroregionali (ad es.: Preistoria Balcanica, Preistoria Scandinava, ecc.) sia microregionali (ad es.: Preistoria della Francia settentrionale, Preistoria dell’Italia meridionale, ecc.)
La Biblioteca conta attualmente circa 3700 monografie, circa 3500 opere del Fondo Graziosi e altrettante Riviste sia italiane che internazionali. L’opera di Catalogazione copre al momento solo le monografie ma si auspica in un prossimo futuro di inserire ondine anche il Fondo Graziosi e i Periodici.