Museo Centro di Documentazione dei Siti Archeologici Territoriali

!cid_8B97ECC8-FA67-47BC-9BA8-580C6E1413A1Via San Rinaldo
06025 Nocera Umbra (PG)
Tel. +39 0742/8340 (in orario di apertura) . 333 2852940 (Federico Frate)

E-mail: museinoceraumbra@gmail.com
Sito internet: www.nocerainumbria.it
Pagina facebook: Musei Nocera Umbra

Orari di apertura
Novembre, Dicembre, Febbraio, Marzo e dal 21/12 al 06/01 (esclusi il 25/12 e il
01/01): sabato e domenica 10.30-13.00 / 14.30-17.00
Aprile, Maggio, Giugno e  Ottobre: da venerdì a domenica 10.00-13.00  / 15.00-18.00
Luglio e Settembre: da giovedì a domenica 10.00-13.00 / 16.00-19.00
Agosto: da martedì a domenica 10.00-13.00 / 16.00-19.00
Gennaio: chiuso

Ingresso: intero € 4,00; ridott0 € 2,00 (over 65, studenti universitari, gruppi sopra le 10 unità); gratuito per  “under 6”, giornalisti, guide turistiche, portatori di handicap e i loro accompagnatori, docenti e studenti di Architettura, Accademia di Belle Arti e studi archeologici.
In occasione di manifestazioni sui beni culturali a carattere Nazionale e Regionale.
Attività su prenotazione: è possibile prenotare la sala conferenze del Museo Archeologico anche fuori dagli orari di apertura, per eventi culturali, riunioni e conferenze. Il personale museale sarà a vostra disposizione.
Per info sui costi: museinoceraumbra@gmail.com.
È possibile prenotare la visita al Museo Archeologico fuori degli orari di apertura per gruppi superiori alle 15 unità. Per info sui costi : vedi sopra

!cid_FB154EBE-3C06-4136-A9DE-E27AA67C821A

Descrizione sintetica: Nel Museo sono esposti gli strumenti in selce e in calcare, risalenti al Paleolitico inferiore da Pascigliano e quelli, del Paleolitico medio, da Cordaia, Salmata e dal cimitero di Nocera, lungo i margini della conca segnata dal Caldognola; un raschiatoio in selce rosata dalla cima di Monte Merlana (1000 m) e i reperti da Sorifa e Colle Croce. Risalgono al Neolitico manufatti in selce e ceramica impressa da Le Spogne, un basso terrazzo fluviale del Topino.
Ad una fase più avanzata appartengono i ritrovamenti del Portone, a breve distanza da Nocera, dove si localizza un insediamento piuttosto esteso e munito di fossato. Presenze umane sono testimoniate per la Media età del Bronzo dai ritrovamenti presso cavità e grotte naturali: La Cartiera, alle pendici del colle su cui sorge Nocera, e Sorifa, un’area pianeggiante che affaccia a strapiombo sul fosso La Vena, lungo un antico tracciato che unisce Nocera con l’altopiano di Colfiorito. Dalla località Bagni provengono due cuspidi di frecce in bronzo. Tra i materiali di cui si ignora la provenienza, si segnalano strumenti per la filatura e la tessitura e un frammento probabilmente appartenente ad un crogiolo, che attesterebbe la pratica della metallurgia.

!cid_F21D92CD-2FB8-4DA4-ACF1-013F5883BE11

Le immagini sono della Soprintendenza Archeologia per l’Umbria e sono tratte da M. Albanesi, M.R. Picuti (a cura di), Guida del museo archeologico. Centro di documentazione dei siti archeologici territoriali,  Spoleto 2013).