[metaslider id=9281]

Museo Civico di Paleontologia e Paletnologia Decio de Lorentiis (Maglie, LE)

Grotta cervi copiaVia Vittorio Emanuele, 117 – 73024 Maglie (LE)
Telefono: + 39 0836 485820 | Dir. 0836 423198 |Segr. 0836 489404 | Servizi Ed. 0836 489401
fax: +390836 485820

Email: museo@comune.maglie.le.it | PEC: museo.comunemaglie@pec.rupar.puglia.it
Sito web: www.alcamaglie.it
Social: www.facebook.com/MuseoMaglie/ www.twitter.com/AlcaMaglie www.instagram.com/alcamaglie/ www.pinterest.com/museomaglie1/

anforaZinzulusa copia

 Orario: lunedì-venerdì: mattino e pomeriggio; sabato e ultima domenica del mese: pomeriggio
Chiusura: la domenica eccetto l’ultima del mese e nei giorni di festa nazionale.
Gli orari variano stagionalmente, si consiglia di prenderne visione su: www.alcamaglie.it/accoglienza

Ingresso: Biglietto intero € 3,50; ridotto € 3,00
Gratuito: < 6 anni, >65 anni; Soci IIPPP, ICOM, AIQUA, studenti e docenti discipline preistoriche, diversamente abili
Gruppi con guida: € 4,50

 

Attività su prenotazione
Visite guidate ed escursioni tematiche sul territorio
Attività educative
Laboratori estivi per ragazzi
Eventi e iniziative dedicate a speciali target di pubblico

industria romanelliana copiaMolari elephas1 copia

 

 

Descrizione sintetica: Il Museo nasce nel 1960 sotto la spinta di Gian Alberto e Alberto Carlo Blanc, Paolo Graziosi, Antonio Mario Radmilli. Prevalentemente dedicato alla ricostruzione della preistoria salentina e importante punto di riferimento per la conoscenza del più remoto passato dell’Italia Meridionale grazie alle sue faune pleistoceniche, i reperti antropici di Cattie di Maglie, Grotta Romanelli di cui espone anche calchi delle incisioni e graffiti parietali, Pozzo Focone, Grotta Zinzulusa e reperti da Grotta dei Cervi di Porto Badisco, di cui il Museo possiede la raccolta originale di diapositive delle pitture al momento della scoperta. Riorganizzati nel 1999 in sezione geopaleontologica, paleolitico e arte preistorica, neolitico ed età dei metalli, dal 2009 i contenuti sono stati ampliati con la realizzazione di una sezione etnografica. Tutti gli spazi espositivi sono corredati di attrezzature innovative (tavoli touch, kinect, digital signace) per approfondire, coinvolgere e suggerire percorsi di conoscenza personalizzati e autonomi. Il Museo è dotato anche di un attrezzato e ordinato laboratorio per interventi di conservazione e studio dei reperti custoditi in deposito.