NEANDERTHAL SI, NEANDERTHAL NO

NEANDERTHAL SI, NEANDERTHAL NO. Una storia veronese

Verona – Palazzo della Gran Guardia
10 febbraio 2017  ore 16.45

 

Nel 2013 uno studio su resti fossili umani del Riparo Mezzena li attribuì a Homo neanderthalensis, con dettagli che hanno avuto anche un forte impatto mediatico. Una recente revisione pluridisciplinare degli stessi reperti ha portato a rettificare quanto allora edito e ad attribuire tali resti fossili a H. sapiens. Lo studio è uscito su Nature nel luglio 2016 (http://www.nature.com/articles/srep29144).

Il Museo Civico di Storia Naturale di Verona, l’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere di Verona e l’Università degli Studi di Verona hanno promosso un incontro sull’argomento, al quale partecipano specialisti delle problematiche storiche e scientifiche correlate a questi studi, che riferiranno sulle nuove datazioni radiometriche e sullo studio del contesto culturale nel quale erano contenuti i reperti, in particolare la mandibola umana.

 

PROGRAMMA

Saluti:
Dr. Antonia Pavesi – Comune di Verona

Dr. Giuseppe Minciotti – Museo Civico di Storia Naturale di Verona

Avv. Claudio Carcereri de Prati – Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere di Verona
Prof. Gian Paolo Romagnani – Dipartimento Culture e Civiltà dell’Università degli Studi di Verona

Lezione Magistrale:

Prof. Dr. Jean-Jacques Hublin – Director at the Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology – Leipzig: “Hommes modernes et Neandertal s’hybrident. Le cas de Mezzena” (con traduzione simultanea)

Dr. Sahra Talamo Ph. Dr. – Researcher at the Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology – Leipzig: “La datazione dei resti umani del Riparo Mezzena”

 

Interventi:

Chairman: Prof. Fabio Martini Università degli Studi di Firenze

Prof. Marco Peresani – Università degli Studi di Ferrara e Verona, I Neandertaliani nel Veronese

Prof. Olga Rickards – Università degli Studi di Roma Tor Vergata, L’antropologia molecolare del terzo millennio

Prof. Giacomo Giacobini – Università degli Studi di Torino, Il progredire delle metodologie scientifiche: alcuni casi di rilettura critica di vecchie scoperte

Dr. Fiorenza Coppari – Giornalista, La comunicazione scientifica: le difficoltà della divulgazione

LOCANDINA NEANDERTAL