Università di Ferrara, il programma Erasmus Mundus

Finalizzato al miglioramento della qualità dell’istruzione superiore e alla promozione della comprensione interculturale mediante la cooperazione con i paesi terzi, Erasmus Mundus è un programma di cooperazione e mobilità nel campo dell’istruzione superiore che mira a promuovere nel mondo l’immagine dell’Unione europea come centro d’eccellenza per l’apprendimento.
Il Programma sostiene corsi universitari europei di secondo livello (vale a dire corrispondenti, nel sistema italiano, alle LS e ai MU di I e di II livello) di grande qualità. Lo scopo del Programma è rafforzare la visibilità e l’attrattiva dell’istruzione superiore europea nei paesi terzi.

Leggi tutto

Giornate Europee del Patrimonio

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA TOSCANA Giornate Europee del Patrimonio 24 e 25 settembre 2005 “Il Patrimonio: una cultura da vivere” La biblioteca di preistoria in internet Apertura straordinaria della Biblioteca dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria e presentazione del catalogo delle monografie … Leggi tutto

Ai soci dell'Istituto

Cari Soci, come avrete visto stiamo riorganizzando il sito web dell’IIPP con la prospettiva di rendere più visibili le nostre attività e soprattutto di migliorare la circolazione delle informazioni e le possibilità di comunicazione fra i soci. L’obiettivo principale è quello di realizzare una piattaforma di servizi sempre più utile: siamo quindi disponibili a dare … Leggi tutto

Digitalizzazione archivio fotografico dell'Istituto

Free Image Hosting at www.ImageShack.us
L’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria possiede un ricco archivio fotografico composto da oltre 13.000 immagini (diapositive, negativi, positivi, fotografie e filmati 16 mm) riguardante lo studio della preistoria e della protostoria mondiale, italiana in particolare, e gli avvenimenti ad esso collegati (ricerche, scavi, convegni) svoltisi durante tutto il XX secolo (i documenti più antichi risalgono alla fine degli anni venti del secolo scorso).
Si tratta di uno dei fondi di documentazione scientifica visiva più importanti del settore in Italia e attualmente vi possono accedere, previa autorizzazione e con la consulenza di un addetto, gli studiosi interessati.

Leggi tutto

XL Riunione Scientifica dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria

Strategie di insediamento fra Lazio e Campania in età preistorica e protostorica 30 novembre-3 dicembre 2005 II CIRCOLARE Si comunica che, per motivi legati all’agibilità della sede, la data di inizio della riunione è stata anticipata di un giorno (30 novembre anziché 1 dicembre come indicato nella I circolare). La riunione avrà luogo quindi nei … Leggi tutto

Campagna di archeologia ambientale

MOGLIE DI ERTOLA – CAMPAGNA DI ARCHEOLOGIA AMBIENTALE
11 luglio – 19 agosto 2005
Scarica la documentazione

Il Laboratorio di Archeologia e Storia Ambientale dell’Università di Genova e la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria organizzano – in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria, l’Ente Parco Naturale dell’Aveto e l’Ente Parco Naturale dell’Antola – uno scavo di archeologia ambientale nell’ambito di uno Studio di fattibilità di un progetto per la conoscenza, conservazione e gestione della zone umide.

Leggi tutto

Come navigare nel nostro spazio Web

Navigare all’interno del nostro spazio Web è semplice per chiunque abbia un minimo di dimestichezza con Internet. Una rapida ricerca delle notizie è possibile scrivendo una parola chiave nel motore di ricerca (in alto sulla pagina) e premendo il tasto invio. Il programma selezionerà una serie di notizie dal database e le proporrà in sintesi: … Leggi tutto

Giornate di studio per il centenario della scoperta del paleolitico a Capri

Napoli 8 settembre – Capri 9 settembre 2005
Scarica tutta la documentazione

Si deve alle ricerche di Ignazio Cerio (Giulianova d’Abruzzo 1840 – Capri 1921), medico di vasta cultura e profondo conoscitore dell’isola, la scoperta nel 1905 di faune e strumenti litici del Paleolitico inferiore nell’attuale area in cui sorge l’Hotel Quisisana, portando su un panorama nazionale ed internazionale le scoperte capresi ed attirando l’interesse di Luigi Pigorini che pochi anni prima aveva portato alla luce i magnifici ritrovamenti di Venosa.
Tra 300.000 e 200.000 anni fa, Capri venne frequentata da gruppi umani di cacciatori e raccoglitori che, provenendo dalla Penisola Sorrentina, cui l’attuale isola era allora collegata, vi introdussero strumenti litici. Uomini ed animali frequentavano le sponde di uno stagno costiero, in prossimità del mare, ma separato da quest’ultimo grazie ad un cordone litoraneo.

Leggi tutto