5 x mille all’IIPP

5xmille2012

Anche per il 2018 è possibile destinare il 5×1000 della dichiarazione dei redditi per sostenere l’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria apponendo la firma nell’apposito riquadro in alto a destra sui modelli di dichiarazione “finanziamento della ricerca scientifica e delle università” e indicando nello spazio sottostante il Codice Fiscale dell’Istituto 01322310481

Scienze per la Preistoria: i progetti finanziati

Tenendo conto delle richieste pervenute e dei fondi disponibili verranno finanziati i primi cinque progetti classificati in base al punteggio assegnato dal Consiglio Direttivo IIPP, secondo i criteri di multidisciplinarità degli studi in corso, utilizzo di metodi innovativi, cooperazione a livello internazionale, potenzialità scientifica del sito indagato, utilità generale del risultato atteso per la disciplina, disponibilità o meno di altre risorse.

1 – Progetto Fondo Paviani, proposto da Michele Cupitò, punteggio 172, contributo 5.000 €
2 – Progetto Arene Candide, proposto da Roberto Maggi, punteggio 166, contributo 5.000 €
3 – Analisi tracceologica delle ambre protostoriche di Campestrin, proposto da Ursula Thun Hohenstein, punteggio 163, contributo 5.000 €
4 – Analisi C14 su resti umani, analisi chimiche dei residui organici di resti fittili della necropoli campaniforme di Nogarole (VR), proposto da Paola Salzani, punteggio 161, contributo 5.000 €
5 – I primi agricoltori del medio Adriatico: indagini nel sito neolitico antico di Portonovo Rosso Fontanaccia (AN) – tracce d’uso e datazioni, proposto da Cecilia Conati Barbaro, punteggio 160, contributo 4.000 €

Sono risultati idonei ma non finanziabili
6 – UtiNAM – Utilizzo dei recipienti ceramici nel Neolitico Antico e Medio della Sardegna: evoluzione tecno-tipologica e destinazioni funzionali tra VI e V millennio cal BC, proposto da Laura Fanti, punteggio 155
7 – Contesti preistorici e protostorici dalle recenti indagini Linea Alta velocità Napoli-Bari, Variante alla Tratta Napoli-Cancello, proposto da Paola Aurino, punteggio 155
8 – Datazioni radiometriche e analisi della dieta sui resti scheletrici dalle necropoli dell’età del Bronzo di Sant’Eurosia (PR) e Scalvinetto di Fondo Paviani (VR), proposto da Claudio Cavazzuti, punteggio 150
9 – La produzione del sale nell’età del Bronzo: un caso di studio nella Pianura Pontina, proposto da Clarissa Belardelli, punteggio 150

La fine del Neolitico nell’Italia nord-orientale

MILLENNI n. 15: La fine del Neolitico nell’Italia nord-orientale Il n. 15 della Collana “Millenni. Studi di Archeologia preistorica” del Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria ospita la monografia di Paola Visentini “La fine del Neolitico nell’Italia nord-oreintale. Insediamenti e produzioni tra V e IV millennio a.C.”. Sono trattate le fasi recenti del Neolitico VBQ … Leggi tutto

Alessandro Guidi presidente commissione UISPP

Nel mese di giugno 2018, nel corso del recente congresso internazionale dell’UISPP di Parigi, il professore Alessandro Guidi è stato nominato presidente della commissione scientifica che si occupa di storia dell’archeologia. L’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria esprime le più vive congratulazioni per l’importante incarico e trasmette il suo invito a chi organizza convegni e/o … Leggi tutto

A cavallo del tempo. L’arte di cavalcare dall’Antichità al Medioevo.

Il 25 giugno p.v. inaugura a Firenze, alla Limonaia del Giardino di Boboli – Palazzo Pitti, la mostra “A cavallo del tempo. L’arte di cavalcare dall’Antichità al Medioevo“, che resterà aperta dal 26/06/18 al 14/10/18.
All’allestimento di questa mostra, organizzata dalle Gallerie degli Uffizi, hanno collaborato Annamaria Ronchitelli e Stefano Ricci – Dip. di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente, U.R. Preistoria e Antropologia, Università di Siena.
Saranno esposte le riproduzioni di quattro reperti d’arte paleolitica rinvenuti a Grotta Paglicci (Rignano Garganico, Foggia) nel corso degli scavi che l’Università di Siena, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Barletta-Andria-Trani e Foggia, conduce da oltre quarant’anni sul sito.

AVICOM F@IMP 2.0: premio GOLD per l’IIPP

Prize Creative Exhibition Installation Gold
Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Italy
The fragility of the sign

L’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria ha partecipato al F@IMP 2.0 (Festival of Audiovisual International Multimedia Patrimony) organizzato dall’AVICOM (ICOM International Committee for Audiovisual, New Technologies and Social Media), presentando il filmato “The fragility of the sign”, realizzato in occasione della mostra “La fragilità del segno”, in collaborazione con Artmediastudio Firenze.

Il filmato ha vinto il premio gold nella categoria “Creative exhibition installations”
Potete vedere il nostro video al link http://faimpavicom.org/#/film

F@imp 2.0 è un evento internazionale sorto con lo scopo di incoraggiare e valorizzare la produzione e la distribuzione di prodotti audiovisivi e di tecnologie multimediali e innovative prodotte da Musei e Istituti Culturali internazionali.

200° anniversario della nascita di Don Gaetano Chierici – Call for papers

Nel 2019 si celebra il 200° anniversario della nascita di don Gaetano Chierici, fondatore della Preistoria italiana, del Museo di Storia Patria di Reggio Emilia e del “Bullettino di Paletnologia Italiana”. Nel quadro delle celebrazioni il Comitato Scientifico d’accordo con il Comitato promotore promuove un Convegno sulla figura dello scienziato, del sacerdote, del patriota, dell’insegnante. … Leggi tutto

V IAPP – Materiali preziosi, semipreziosi e inconsueti nell’età del Rame e nell’età del Bronzo italiana

V IAPP – Incontro Annuale di Preistoria e Protostoria – Materiali preziosi, semipreziosi e inconsueti nell’età del Rame e nell’età del Bronzo italiana. Archeologia, archeometria e paleotecnologia. In memoria di Patrizia Frontini
http://iapp2018padova.beniculturali.unipd.it/

29 maggio 2018, ore 9:00
Aula Nievo – Palazzo Bo
Via VIII febbraio 2, Padova

V IAPP – Abstract Book
V IAPP – Programma