[metaslider id=9281]

NeanderART 2018

CeSMAP (Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica) is pleased to announce that NeanderART 2018 – International Conference will be held in Turin, Italy, from August, 22 to August 26, 2018, under the Presidency of Prof. Henry de Lumley. The aim of this conference is to stimulate the debate concerning prehistoric art preceding the Upper Palaeolithic and even the advent of Homo sapiens, a topic that is rapidly developing in recent years. In particular, we will investigate the claim concerning the existence of Neandertal’s art, but also the possibility that other species belonging to the family Homo had a symbolic behavior. The debate will surely be enhanced by the recent (2018) discovery of Neandertal cave art in Europe. A Scientific Committee Delegation will be present at the XVIII UISPP International Congress (3 to 9 of June, Paris) in order to anticipate and formalize these new paradigms concerning prehistoric art.
Flyer NeanderART 2018

Leggi tutto

Tavola rotonda “Le raffigurazioni femminili neolitiche in Italia: iconografia, iconologia, contesti”

Tavola rotonda “Le raffigurazioni femminili neolitiche in Italia: iconografia, iconologia, contesti” Udine, 11-12 aprile 2018 Museo archeologico A margine e a chiusura della mostra “Donne, madri, dee” il Museo archeologico-Civici Musei di Udine, le Università di Siena (Dipartimento DSSBC) e di Firenze (Dipartimento SAGAS) e il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria organizzano una Tavola … Leggi tutto

Mobility of people and things in Bronze Age Italy


Il workshop “Mobility of people and things in Bronze Age Italy”, ospitato dalla British School at Rome, si concentra su alcuni argomenti-chiave della ricerca archeologica in Europa, così come in altre parti del mondo: quali approcci e metodi possiamo usare per rintracciare i movimenti di persone, cose e idee nel record archeologico? Perché l’età del bronzo dà una prospettiva privilegiata per gli studi di mobilità? Quali caratteristiche e implicazioni sociali ebbe la mobilità per le comunità insediate in Italia durante il secondo millennnio a.C. e come la mobiltà contribuì a delineare le loro traiettorie storiche?
I contributi dei partecipanti toccheranno diversi aspetti relativi alla mobilità di cose, animali e persone durante l’età del bronzo italiana, presentando nuovi dati e discutendo potenziale e limitazioni delle metodologie utilizzate (biochimica, archeometria, analisi di distirbuzione, paesaggfio etc.).

Leggi tutto

V IAPP a Padova – invio abstract

V Incontro Annuale di Preistoria e Protostoria
Materiali preziosi, semipreziosi e inconsueti nell’età del Rame e nell’età del Bronzo italiana Archeologia, archeometria e paleotecnologia
In memoria di Patrizia Frontini
Si ricorda che il termine per l’invio degli abstract è l’8 aprile, l’indirizzo mail a cui inviarli iapp2018unipd@gmail.com
Data: 29 maggio 2018, ore 9:30-18:30
Sede: Università degli Studi di Padova, Aula Nievo, Palazzo Bo, Via VIII febbraio, 2, Padova
I CIRCOLARE IAPP_Padova

Assegnazione delle cariche nel Consiglio direttivo IIPP

Il nuovo Consiglio Direttivo IIPP ha provveduto, come previsto dallo Statuto, all’assegnazione delle cariche al suo interno e alla nomina del Direttore della Rivista di Scienze Preistoriche per il prossimo triennio:
Vicepresidente: Massimo Cultraro
Tesoriere: Maria A. Bernabò Brea
Segretario: Andrea De Pascale

Direttore della Rivista di Scienze Preistoriche: Carlo Lugliè
Comitato di Redazione: Maria Bernabò Brea, Massimo Cultraro, Andrea De Pascale, Filippo Gambari, Monica Miari, Fabio Negrino, Francesco Rubat Borel, Massimo Tarantini

Oltre lo sguardo. Paolo Graziosi fotografo in Africa (1933-1972)

Oltre lo sguardo. Paolo Graziosi fotografo in Africa (1933-1972)”, a cura di Fabio Martini, Lavinia Martin, Alda Vigliardi, Millenni. Studi di Archeologia preistorica, 14, Firenze, 2017 , pp. 180

Il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria ha voluto ricordare con questo volume il suo fondatore Paolo Graziosi, a cavallo tra l’anniversario della nascita (1906) e quello della scomparsa (1988). Nel volume sono state raccolte 204 fotografie, acquisite dai negativi dell’Archivio Graziosi di proprietà del Museo, che evocano momenti dei suoi soggiorni in Africa tra il 1933 e il 1972. L’opera non ha una valenza scientifica e solo brevi note informative accompagnano le immagini che riguardano persone, volti, cerimonie, ornamenti, villaggi, artigiani. L’uomo è al centro del suo sguardo e per quanto Graziosi non fosse né fotografo coloniale né documentarista umanista è riuscito a fissare attraverso la macchina fotografica momenti e istantanee che sfidano il tempo e che si stagliano, episodi di un secondo, nel “per sempre”.
Per info e acquisti: info@museofiorentinopreistoria.it
Sconto del 30% per i soci IIPP

“ROCCE E POPOLI” AL MUSEO CIVICO “FERRANTE RITTATORE VONWILLER” DI FARNESE

Dal 31 marzo al 1 maggio, presso il Museo Civico Ferrante Rittatore Vonwiller di Farnese, collocato nei restaurati antichi Magazzini dell’Ammasso in via Colle San Martino, sarà esposta la mostra fotografica “Rocce e Popoli. Trame geologiche e tracce umane nell’Alta Tuscia Occidentale”: un progetto di documentazione realizzato da Massimo Tomasini, che testimonia le principali tipologie … Leggi tutto

La riproduzione femminile ha una storia

La mostra “La riproduzione femminile ha una storia” verrà inaugurata a Massa alla Villa della Rinchiostra il 29 marzo alle ore 17:30
L’inaugurazione sarà preceduta da una presentazione degli organizzatori (JordiEstévez -(Un. Autònoma- Barcelona); Francesca Lugli (Ass.It.Etnoarcheologia); Assumpció Vila (CSIC Barcelona)).
La mostra utilizza immagini archeologiche e etnografiche che al di là del loro valore storico o estetico gettano luce sulla riproduzione femminile e la sua gestione.
Avviso Mostra