LVIII Riunione Scientifica IIPP: Preistoria e Protostoria dell’Umbria – Prima circolare

LVIII Riunione Scientifica dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria
Preistoria e Protostoria dell’Umbria
Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria
Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria

Perugia, 10-11-12-novembre 2023

Prima Circolare

La LVIII Riunione Scientifica dell’IIPP intende proporre per la prima volta un quadro aggiornato delle conoscenze sulla Preistoria e sulla Protostoria dell’Umbria, una regione posta nel cuore dell’Italia sede e crocevia in tutte le epoche di rilevanti processi storici, socio-economici, biologico- ambientali. Verranno presi in esame vecchi ritrovamenti significativi e risultati di nuove ricerche che abbracciano un vasto arco cronologico che va dal Paleolitico fino alla prima età del Ferro (con esclusione dei contesti che iniziano nel VII sec. a.C.).

Comitato scientifico: Biancamaria Aranguren (già Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Siena, Grosseto e Arezzo), Nicola Bruni (Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria), Andrea Cardarelli (Università Sapienza di Roma), Silvia Casciarri (Direzione Regionale Musei Umbria), Marco Cherin (Università di Perugia), Maria Cristina De Angelis (già Soprintendenza Archeologia dell’Umbria), Adriana Moroni (Università di Siena), Marco Pacciarelli (Università di Napoli Federico II), Gabriella Sabatini (Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria), Maria Angela Turchetti (Direzione Regionale Musei Umbria).

Comitato organizzatore: Direzione Regionale Musei Umbria, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria.

Segreteria: riunsciipp2023@gmail.com 

Sezioni previste: 

  • Geologia e ambiente
  • Paleolitico e Mesolitico
  • Neolitico ed Età del Rame
  • Età del Bronzo
  • Prima Età del Ferro
  • Presentazione e discussione dei poster

Il termine per l’invio delle proposte di comunicazioni e poster alla Segreteria della Riunione Scientifica è il 20 gennaio 2023.

Per consentire una corretta valutazione delle proposte di comunicazioni e/o di poster da parte del Comitato Scientifico si raccomanda che i riassunti abbiano una lunghezza tra le 2000 e 2500 battute spazi inclusi (esclusa eventuale bibliografia) e riflettano con chiarezza i contenuti del contributo. Sia per le comunicazioni sia per i poster si richiede di specificare, nel caso di più autori, il nome di un unico referente (indicando il recapito email). Al Comitato scientifico spetta l’accettazione e la collocazione definitiva nel programma di ciascuna proposta.

Raw earth in funerary context: 8-9 March 2023, Montpellier

The international conference “RAW EARTH IN FUNERARY CONTEXT. Formal, typological and technical developments during the Neolithic and the Bronze Age” will be held the 8 th and 9 th March 2023 in Montpellier, France.  (info: https://terrecruefun23.sciencesconf.org).

The objective of this conference is to highlight the place of raw earth in the funerary sphere during the Neolithic and the Bronze Age, to understand its formal complexity and the variability of techniques. These topics will be addressed from a comparative perspective on a large geographic scale. If today the earthen materials constitute a privileged focus of study for the Neolithic and the Bronze Age periods, its use in funerary contexts remains poorly known and therefore rarely investigated. Recent archaeological discoveries in the Mediterranean area demonstrate the importance of an approach on a larger geographical scale, inducing complementarity between different fields of research (in funerary archaeology, building archaeology, geoarchaeology, ethnology).
Several lines of analysis will be considered: the role of raw earth and its different formal variations within the funerary space, its technical specificities as an architectural element or an architectural system, its role in funerary semantics.
The conference will be organized around three sessions:

  • RAW EARTH BETWEEN TWO WORLDS: REPLICATING, REUSING, INTERFERING ;
  • RAW EARTH IN THE CONSTRUCTION OF THE FUNERAL LANDSCAPE ;
  • RAW EARTH IN THE CONTEXT OF FUNERARY PRACTICES AND GESTURES: FUNERAL ARRANGEMENTS AND FURNITURE.

Registration is available on the conference website: https://terrecruefun23.sciencesconf.org/ (reduced fees until the 1st February 2023).
Contacts: Emilie LEAL (emilie.leal@inrap.fr);
Alessandro PEINETTI (alessandro.peinetti2@unibo.it);
Bérengère PERELLO (berengere.perello@cnrs.fr);
Yaramila TCHEREMISSINOFF (yaramila.tcheremissinoff@inrap.fr);
Julia WATTEZ (julia.wattez@inrap.fr).

The Program

Assemblea dei soci IIPP il 14 dicembre 2022 alle ore 15,00

Mercoledì 14 dicembre 2022 alle ore 15,00 si terrà l’Assemblea dei Soci dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, in forma telematica come previsto dal DL n. 18/2020 art. 73 comma 4, con il seguente
ORDINE DEL GIORNO
1. Lettura e approvazione del verbale della seduta precedente
2. Comunicazioni del Presidente
3. Presentazione del bilancio di previsione dell’esercizio 2023 e del decreto 1 per l’approvazione
4. Aggiornamenti e decisioni in merito alla attività in corso e in programma (Riunioni Scientifiche, IAPP, editoria, progetti, ecc.)
5. Nuovi Soci
6. Varie ed eventuali
La riunione si svolgerà utilizzando la piattaforma GoToMeeting, ed avrà valore legale grazie alla identificazione dei partecipanti e alla registrazione della seduta stessa.

A breve verrà inviata la convocazione con il link per partecipare alla riunione e verrà resa disponibile nell’area riservata, insieme al verbale della riunione precedente

Filippo Nissardi e l’archeologia sarda tra fine Ottocento e inizi Novecento

Cagliari, Cittadella dei Musei, 2-3 dicembre 2022

Il convegno, organizzato congiuntamente dai due Atenei sardi e dal Segretariato regionale del MIC, coincide con la ricorrenza dei 100 anni dalla scomparsa di Filippo Nissardi ed è incentrato su approfondimenti relativi alla sua attività e al contributo dato agli studi di archeologia sarda, nella convinzione che l’analisi delle fonti documentarie relative alla storia delle ricerche risulti imprescindibile per una ricostruzione corretta di contesti, siti e collezioni museali.

La figura di Nissardi rappresenta ancora oggi un punto di riferimento per gli studi sull’archeologia della Sardegna; la sua indefessa attività, svolta tra gli ultimi decenni dell’Ottocento e i primi del Novecento all’interno degli uffici delle Antichità e Belle Arti, ha riguardato tematiche centrali nello studio del patrimonio archeologico sardo e, in particolare, di quello di ambito pre-protostorico.

Il convegno, si terrà a Cagliari, nella Cittadella dei Musei, in modalità mista in collegamento sulla piattaforma Teams
Per ulteriori informazioni: cdelvais@unica.it, depalmas@uniss.it

PROGRAMMA

Parlando di Arte Rupestre – La Grande Roccia delle Aquane

La Grande Roccia delle Aquane.
Miti, eroi e divinità nell’iconografia camuna e italica della prima età del Ferro
lunedì 28 novembre alle ore 18.00

Incontro online per la serie Parlando di Arte Rupestre, organizzato dal CCSP – Centro Camuno di Studi Preistorici
presentato da Andrea Arcà (Le Orme dell’Uomo)
con l’intervento di Maria Giuseppina Ruggiero (Direttrice del Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri di Capo di Ponte)
conduce Matteo Scardovelli (CCSP)

L’evento sarà in diretta Facebook:
https://www.facebook.com/centrocamuno/

La Grande Roccia di Naquane è una delle più importanti della Valcamonica. Con le sue figure e scene incise costituisce una delle principali attrazioni del Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri di Capo di Ponte (Brescia).
Andrea Arcà, per la sua ricerca di dottorato in archeologia rupestre, ha attentamente documentato la Grande Roccia di Naquane, rilevando e catalogando le oltre 2000 figure che la popolano; tutti sono invitati a visitare il tour virtuale online ( http://www.europreart.net/NAQ1 ) che permette di ammirarla nei minimi dettagli e sotto la migliore illuminazione.

OpenPrehistory: il viaggio continua!

Il viaggio nell’archivio fotografico IIPP continua!
Nuovi emozionanti tappe tutte da scoprire sono da oggi disponibili sul portale OpenPrehistory.

Intraprendi un viaggio attraverso gli occhi di Paolo Graziosi lungo i nuovi percorsi tematici “Arte rupestre africana” e “Lo sguardo etnografico di Paolo Graziosi“, che si aggiungono al percorso “Le pitture di Porto Badisco“.

Un viaggio in questi temi tra le fotografie e diapositive del nostro prezioso archivio si apre in formato digitale al grande pubblico.
I nuovi percorsi tematici sono parte del progetto Preistoria e inclusività Digitale finanziato dalla Fondazione CR Firenze.

Visita Openprehistory e scopri tutte le novità!

IIPP YouTube: Neanderthal da Nobel. Paleogenomica e archeologia, il passato per comprendere il presente

Cos’è la paleogenomica? Perché Svante Pääbo ha vinto il Nobel con il sequenziamento del genoma dei nostri “antenati”? E come può l’archeologia supportare i dati biologici?

A questi interrogativi ha risposto il Professor David Caramelli, Direttore del Dipartimento di Biologia e docente di Antropologia molecolare dell’UniFi, in occasione dell’evento “Neanderthal da Nobel” presso la sede di Antropologia dell’Università di Firenze.

Vi siete persi l’evento dal vivo?
Non c’è problema! Abbiamo registrato l’evento per voi: potrete seguire la conferenza quando vorrete sul nostro canale YouTube. Clicca qui per il video!