Ciclo di seminari “Alterità, Preistoria”:2 ° SESSIONE – ALTERITÀ E TECNICA: MARTEDÌ 6 APRILE 2021 – ORE 17:00 ONLINE

SESSIONE – ALTERITÀ E TECNICA: MARTEDÌ 6 APRILE 2021 – ORE 17:00 ONLINE

Seminario “Altérité, Préhistoire” nell’ambito del tema trasversale della storia e dell’epistemologia della preistoria portato da UMR 7194 Histoire naturelle de l’homme préhistorique  organizzato da Hubert Forestier e Arnaud Hurel.

La sessione è organizzata attorno ad un argomento declinato sotto forma di due paper, due punti di vista disciplinari e due temi di ricerca:

  •  Nathan Schlanger (École nationale des chartes) : L’animal, la machine et le tailleur de silex préhistorique – les altérités technologiques d’André Leroi-Gourhan.
  • Antonio Pérez Balarezo (ArScAn-Équipe AnTET, UMR 7041, CNRS, université Paris Nanterre) avec Éric Boëda (ArScAn-Équipe AnTET, UMR 7041, CNRS, université Paris Nanterre), Marcos Paulo Ramos (Universidade Federal do Rio de Janeiro) : Ouvrir la genèse des objets ou la préhistoire face à l’altérité.

Cliquez ici pour participer à la réunion

XII conferenza di Archeologia Sperimentale – 2th Experimental Archaeology Conference EAC12

XII conferenza di Archeologia Sperimentale – 2th Experimental Archaeology Conference EAC12
La partecipazione alla conferenza online del tour mondiale di archeologia sperimentale # EAC12 è gratuita e ad accesso aperto a tutti. Vedrai oltre 120 esperimenti da tutto il mondo, in 16 sessioni che durano 4 giorni (29 marzo – 1 aprile). La conferenza sarà trasmessa in streaming in diretta su YouTube tramite  https://www.youtube.com/c/ExarcNetofficial.
Ogni sessione di 3 ore prevede due ore di presentazioni, seguite da 1 ora di domande e risposte dal vivo in cui viene data risposta alle domande del pubblico. 2021 marzo: 12a Conferenza sull’archeologia sperimentale # EAC12, World Tour | EXARC

Facies e culture nell’età del Bronzo italiana?


Mercoledì 27 maggio alle ore 15:00

si terrà la presentazione online del volume “Facies e culture nell’età del Bronzo italiana?” (Istituto Storico Belga di Roma) edito da Jonas Danckers, Claudio Cavazzuti e Maurizio Cattani.
L’evento è aperto a tutti, così come il dibattito che seguirà i tre interventi principali.
Alla presentazione online si potrà assistere/partecipare collegandosi a questo link.

Leggi tutto

Sperimentare la Preistoria con l’IIPP a Tourisma

TOURISMA 2020 – Firenze
Venerdì 21 febbraio 2020
Sala Onice 14:00 – 18:30
SPERIMENTARE LA PREISTORIA
Giochi, laboratori e strategie didattiche
PROGRAMMA
Accreditato come corso di formazione per docenti sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR
A cura di IIPP Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria in collaborazione con Soprintendenza ABAP di Firenze, Pistoia e Prato
Presentazione del nuovo portale Open Prehistory realizzato con Fondazione CR Firenze e MIUR

IIPP e Museo Archeologico di Firenze per le Giornate Europee del Patrimonio


In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio il Museo Archeologico Nazionale di Firenze sarà straordinariamente aperto anche in orario serale, con biglietto simbolico a 1 euro.

Sabato 21 settembre 2019
Apertura straordinaria 20.00 – 23.00, ultimo ingresso 22.15.

Ore 20.15 e 21.30 Performance “Il Sarcofago delle Amazzoni. La suggestione del mito, il racconto di un’antica storia che si rinnova nella vita e nell’arte.”
L’incontro esplorerà tra letture, immagini, filmati e musica, l’archeologia, l’iconografia, la suggestione narrativa ed emotiva del mito di Achille e Pentesilea.

Ore 20.15 e 21.30 Visite guidate in italiano e inglese “Intagliare come in Antico. Alla scoperta di gemme e cammei rinascimentali della collezione del museo”.
La visita guidata alla preziosa Collezione di antiche gemme e cammei evidenzierà i temi ritratti, i materiali, le maestrie tecniche e i restauri d’autore rinascimentali.

Dalle ore 20.00 alle 22.30, nella Sala Conferenze del Museo ci sarà la proiezione del video “Segni dalla Preistoria. Arte rupestre italiana nell’Archivio dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria”. Un viaggio virtuale all’interno di luoghi di straordinaria bellezza, che conservano le tracce della più antica arte dell’uomo, raccontate attraverso le parole di Paolo Graziosi, fondatore e presidente dell’Istituto, e le testimonianze dei suoi più importanti scavi e ricerche in Italia. Un percorso nell’arte preistorica italiana che rende accessibile un patrimonio straordinario di immagini spesso situate in grotte non visitabili: dalle incisioni dei cacciatori raccoglitori del Paleolitico di Papasidero (Calabria) e Levanzo (Sicilia), attraverso le pitture neolitiche di Levanzo e Porto Badisco (Puglia), fino alle incisioni della tarda Preistoria in Valcamonica (Lombardia).

Per maggiori informazioni vai al sito del Polo Museale della Toscana