Malta Antica

Il progetto archeologico di Luigi Maria Ugolini presentato per la prima volta in Italia, a Ravenna, il 7 novembre 2022.
Il Dott. Andrea Pessina, Soprintendente ai Beni Archeologici, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato presenterà un’opera considerata pietra miliare dell’archeologia preistorica mediterranea, editata in collaborazione con il Prof. Nicholas C. Vella dell’Università di Malta, per la Midseabooks LTD, Malta.

Nella stessa giornata sono previste due presentazioni, la prima, alle ore 10.00 presso la sala conferenze del Dipartimento Beni Culturali in Via degli Ariani, 1 rivolta a tutti gli studenti; la seconda, per la cittadinanza, alle ore 17.00 presso la biblioteca Casa di Oriani in Via Corrado Ricci, 26.

Responsabili dell’iniziativa:
Dott.ssa Monica Piancastelli e Prof. Giuseppe Lepore, Dipartimento Beni Culturali, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, in collaborazione con la Fondazione Casa di Oriani di Ravenna.

Il Villaggio Eneolitico di Trasano (Matera)

Vi annunciamo l’uscita del 36° volume della collana Origines Il Villaggio Eneolitico di Trasano (Matera), a cura di J. Guilaine, G. Cremonesi – Firenze 2022
ISBN 978-88-6045-091-3
Prezzo di copertina 60€
Prezzo riservato ai soci IIPP 30€

Sono presentati i risultati delle ricerche condotte negli anni 1986-91, sotto la direzione di J. Guilaine e G. Cremonesi, nel sito dell’età dei metalli di Trasano (MT). La descrizione dei resti di cultura materiali ivi rinvenuti, delle industrie litiche e ceramiche, pone l’accento sugli aspetti sociali delle testimonianze e discutendo le aree di influenza degli aspetti culturali presenti nell’Europa occidentale durante la seconda metà del II millennio a.C., anche in rapporto alle condizioni climatico ambientali.

Pubblicato il Notiziario di Preistoria e Protostoria 8; 2021-2022

Da oggi è disponibile online sulla piattaforma Openprehistory il nuovo volume 2021-2022 del Notiziario di Preistoria e Protostoria.

NOTIZIARIO DI PREISTORIA E PROTOSTORIA – 8.I, dedicato all’Italia settentrionale e peninsulare

scarica QUI

NOTIZIARIO DI PREISTORIA E PROTOSTORIA – 8.II, dedicato alla Sardegna e alla Sicilia 

scarica QUI

Presentazione del volume ‘‘Trentino e Sudtirolo tra la fine del bronzo antico e l’inizio dell’età del ferro”

Mercoledì 1 giugno 2022 alle ore 12:30 presso l’aula S a Palazzo Liviano a Padova il Prof. Umberto Tecchiati presenterà il libro  di Massimiliano Di Pillo, ”Trentino e Sudtirolo tra la fine del bronzo antico e l’inizio dell’età del ferro, Saltuarie dal Laboratorio del Piovego”.

Scarica QUI la locandina dell’evento.

Presentazione del volume: Villa del Foro – Un emporio ligure tra Etruschi e Celti

Condividiamo l’invito alla presentazione del nuovo volume Villa del Foro – Un emporio ligure tra Etruschi e Celti a cura di Marica Venturino e Marina Giaretti.
L’evento si terrà venerdì 1 aprile dalle ore 17:00 presso la sala conferenze di Palazzo del Monferrato ad Alessandria.

Clicca QUI per scaricare la locandina della presentazione.

Nuovo volume sui Vasi a bocca quadrata

È stato appena pubblicato il nuovo volume “Vasi a bocca quadrata. Evoluzione delle conoscenze, nuovi approcci interpretativi” a cura dell’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento.
Il lavoro, raccolto in 496 pagine, è stato curato da Elisabetta Mottes, archeologa della Soprintendenza, ed è costituito da 23 contributi di studiosi ed esperti provenienti da diversi settori.
Il volume affronta con un approccio interdisciplinare tutti quegli espetti che permettono di approfondire il fenomeno della produzione, dell’utilizzo e della diffusione dei vasi in ceramica a bocca quadrata, recipienti che hanno caratterizzato non solo lo sviluppo culturale del territorio trentino, ma anche di buona parte dell’Italia centro-settentrionale nel Neolitico.

Per ulteriori informazioni si riporta il link del relativo comunicato stampa.

Presentazione volume “Fare Rame”

SCARICA IL VOLUME

È stato presentato nell’ambito dell’incontro di studio “Alla ricerca delle miniere”, svoltosi nei giorni scorsi a Fiavé, il volume “Fare Rame. La metallurgia primaria della tarda età del Bronzo in Trentino: nuovi scavi e stato dell’arte della ricerca sul campo”, curato da Paolo Bellintani e Elena Silvestri, archeologi della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento. La pubblicazione aggiorna, con le ricerche condotte dopo il 2000 dall’Ufficio beni archeologici, le conoscenze sullo sfruttamento dei giacimenti di rame nella pre-protostoria del Trentino: oltre 200 segnalazioni di aree dedicate alla lavorazione dei minerali di rame datate dalla fine dell’età del Rame all’età del Bronzo, circa 4500-3000 anni fa. Il volume di 326 pagine si avvale di 12 contributi relativi soprattutto a recenti interventi su siti fusori della tarda età del Bronzo del settore orientale della provincia, ma anche all’archeologia mineraria del versante nord delle Alpi centro-orientali (nord-Tirolo).

Per il Comunicato Stampa e le immagini clicca QUI

 

Understanding and Accessibility of Pre-and Proto-Historical Research Issues: Sites, Museums and Communication Strategies

By Davide Delfino and Valentino Nizzo (eds.), ISBN: 9781803270784, 94 pp, Paperback, £26.00, Archaeopress Archaeology, Sept. 2021

The volume presents the papers from Session XXXV-1 of the 18th UISPP World Congress (Paris, June 2018). Museums are increasingly seen as the place where scientific research and heritage education meet, rather than being simply a location for exhibitions. The eight contributions from Italy, the United Kingdom, Senegal, Spain and the Netherlands address the following related issues: the mediation of language from research usage to public usage, making the museum visit an educational experience, universal accessibility, involvement of the local community in the management of the sites and museums, use of media and new technology to bring scientific content to the public.

Gender stereotypes in Archaeology

Gender stereotypes in Archaeology. A short reflection in image and text

Edited by Laura Coltofean-Arizancu, Bisserka Gaydarska & Uroš Matić
Sidestone Press, 2021
ISBN: 9789464260250, 64 pp., Language: English, 35 illus. B/W

Were men the only hunters and producers of tools, art and innovation in prehistory? Were women the only gatherers, home-bound breeders and caregivers? Are all prehistoric female depictions mother goddesses? And do women and men have equal career chances in archaeology? To put it short, no. However, these are some of the gender stereotypes that we still encounter on a daily basis in archaeology from the way archaeologists interpret the past and present it to the general public to how they practice it as a profession.

This booklet is a short but informative and critical response by archaeologists to various gender stereotypes that exist in the archaeological explanation of the past, as well as in the contemporary disciplinary practice.

DOWNLOAD FREE PDF

Il cammino dei nuraghi. Alla riscoperta dei tesori della Sardegna preistorica

Si segnala che nel mese di agosto, nella serie Monografie di Archeo, è stato pubblicato il numero intittolato “Il cammino dei nuraghi. Alla riscoperta dei tesori della Sardegna preistorica.
Si tratta di un racconto sulla preistoria e protostoria della Sardegna sviluppato attraverso alcuni contesti e monumenti più significativi, in gran parte coinvolti – attraverso le imprese di gestione dei siti archeologici – in un progetto dell’Università di Sassari volto a qualificare gli operatori e rendere maggiormente attrattiva la visita ai siti preistorici della Sardegna.
Il progetto Nur_Way ha, infatti, creato interazioni e trasferimento tecnologico tra un’equipe multidisciplinare dell’ateneo sassarese (Archeologia, Informatica, Fisica, Geomatica) e un gruppo di imprese ed enti operanti nel territorio sardo, impegnati nella gestione del patrimonio archeologico e in attività di servizi culturali e turistici.
Tra i prodotti del progetto vi sono la progettazione ed elaborazione di un database multi livello per l’accesso a tutti i dati disponibili sui siti archeologici, un sito web e una web app Nurway, e la creazione di una rete tra Università e operatori archeologici del territorio, finalizzata al trasferimento non solo di metodiche e dispositivi tecnologici ma soprattutto di conoscenze corrette e aggiornate sulla preistoria e protostoria della Sardegna.