Filippo Maria Gambari ci ha lasciato

Ieri, 19 novembre, ci ha lasciato Filippo Maria Gambari, direttore del Museo delle Civiltà di Roma, socio dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria e, dal 2018, membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto.
Nato nel 1954 a Milano, era entrato nel 1979 come funzionario archeologo preistorico nei ruoli della Soprintendenza Archeologica del Piemonte e aveva poi rivestito rilevanti incarichi dirigenziali, prima come Soprintendente archeologico della Liguria (2009), quindi come Soprintendente per i beni archeologici dell’Emilia-Romagna (dal 2010 al 2014) e successivamente della Lombardia (dal 2014 al 2016). Tra il 2016 e il 2017 era stato Direttore ad interim del Parco Archeologico di Ercolano e Direttore del Segretariato Regionale per la Sardegna, per poi approdare infine al Museo delle Civiltà di Roma, dove ha dato vita a importanti progetti di valorizzazione e di condivisione culturale.
Studioso noto e stimato, Gambari dal 1986 al 2003 è stato docente esterno di Etruscologia all’Università di Torino e successivamente, di Preistoria e Protostoria a Torino, Genova, Bologna.
Dei suoi studi, dedicati soprattutto all’arte rupestre e alla protostoria dell’Italia settentrionale, con particolare riguardo ai contatti col mondo etrusco e celtico, rimangono oltre duecento contributi su riviste scientifiche nazionali e internazionali, monografie, cataloghi di mostre, atti di convegno.
Esperto di storia degli studi, ha fatto parte del Comitato Scientifico della XLVI Riunione Scientifica dell’IIPP “150 anni di Preistoria e Protostoria in Italia” ed era tuttora membro del comitato scientifico della LII Riunione Scientifica “Preistoria e Protostoria in Lombardia e Canton Ticino”, del VIII Incontro Annuale di Preistoria e Protostoria “Le deposizioni infantili nelle età del Bronzo e del Ferro. Per una lettura integrata tra archeologia e bioarcheologia” e della LIV Riunione Scientifica “Archeologia del cambiamento: modelli, processi, adattamenti nella preistoria e protostoria.
Solo un anno fa, in occasione di quest’ultimo convegno, ci aveva ospitato con entusiasmo e impeccabile organizzazione al Museo delle Civiltà, onorando l’impegno preso a inizio mandato di promuovere “iniziative condivise che possano far progredire il ruolo, le conoscenze e la disseminazione dei dati della ricerca preistorica in Italia”.
Nell’unirci al cordoglio per la sua scomparsa, ci adopereremo a onorare la sua memoria portando a compimento quanto da lui promosso.

Monica Miari
Presidente dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria