In ricordo di Antonio Mario Radmilli

Volentieri pubblichiamo il ricordo di Antonio Mario Radmilli, Presidente dell’IIPP dal 1988 al 1998, a cento anni dalla sua nascita, scritto dai suoi allievi.

Il Presidente

Ricorre il 31 luglio 2022 il centenario della nascita di Antonio Mario Radmilli, che fu tra i più importanti ricercatori del XX secolo: non essendo stato possibile dedicargli quest’anno una giornata di studi o un volume in memoria, desideriamo ricordarlo ora all’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, di cui fu membro attivo fin dall’inizio e poi anche Presidente.
Radmilli si occupò soprattutto di paleolitico, ma importanti furono anche i suoi studi sul neolitico e sull’arte mobiliare, risultato di innumerevoli scavi in varie regioni d’Italia: nelle sue lezioni presso l’Università di Pisa faceva conoscere ai suoi numerosi allievi non solo la parte teorica della materia, ma li faceva partecipare agli scavi e alle attività di laboratorio (industrie litiche e ossee, ceramica, fauna ecc.) con metodologie di ricerca che ora sono usuali ma allora erano applicate solo in poche università, metodologie basate sulla necessità di utilizzare i mezzi offerti dalle scienze naturali per comprendere la storia dell’uomo.
Quali allievi, poi collaboratori e colleghi tra i più anziani (oltre a noi c’era anche Giuliano Cremonesi, del quale ricorre il trentesimo anniversario dalla morte), assieme ai tanti che lo seguirono e che si formarono alla Sua scuola, lo ricordiamo con rimpianto e memori della amicizia e affetto che ci dimostrò sempre.

Renata Grifoni Cremonesi e Carlo Tozzi