La riproduzione femminile ha una storia

La mostra “La riproduzione femminile ha una storia” verrà inaugurata a Massa alla Villa della Rinchiostra il 29 marzo alle ore 17:30
L’inaugurazione sarà preceduta da una presentazione degli organizzatori (JordiEstévez -(Un. Autònoma- Barcelona); Francesca Lugli (Ass.It.Etnoarcheologia); Assumpció Vila (CSIC Barcelona)).
La mostra utilizza immagini archeologiche e etnografiche che al di là del loro valore storico o estetico gettano luce sulla riproduzione femminile e la sua gestione.
Avviso Mostra
Etnografia, quindi, utilizzate insieme e a confronto per una migliore comprensione del passato e del presente e, in un processo inverso, l’archeologia per ampliare la prospettiva etnografica e insieme per raggiungere una giusta coscienza dei meccanismi che ci hanno condotto fino a oggi.
La mostra “La riproduzioni in immagini” è stata ideata in concomitanza del Seminario Internazionale “La Reproducción tiene historia. Aproximaciones al origen de la regulación de la reproducción”, che fu organizzato presso la Residencia d’Investigadors (CSIC-Generalitat de Catalunya) nel dicembre 2014 a Barcelona.
Il successo della mostra è stato tale che da essa è stato tratto spunto per la pubblicazione del libro “La reproducción en arqueología: imagenes etno y arqueológicas sobre el proceso reproductivo” pubblicato nel 2017 dal CSIC di Madrid e che costituisce un ampliamento della mostra del 2014.
La mostra è organizzata da Jordi Estévez ,Francesca Lugli e Assumpció Vila
La mostra è stata resa possibile grazie all’appoggio e al sostegno del Comune di Massa in collaborazione dell’Associazione Italiana di Etnoarcheologia – Onlus