PREISTORIA ACCESSIBILE. Postazioni multisensoriali per una didattica inclusiva nel Museo di Preistoria di Firenze

Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria, Via dell’Oriuolo 24, Firenze

03/12/2016 – 17/12/2016

in occasione della “Giornata internazionale delle persone con disabilità”

 

Quanti sono interessati ad una riflessione sull’opportunità di rendere accessibile a tutti l’Archeologia e, più in generale, il patrimonio storico-artistico sono invitati a sperimentare questa istallazione multisensoriale che ha come oggetto temi e reperti di archeologia preistorica.

L’invito è rivolto in particolare agli studenti, allo scopo di sensibilizzare le nuove generazioni su queste problematiche inclusive, avviando un percorso di formazione e di maturazione sulla necessità di abbattere le barriere, non solo quelle fisiche.

Se vogliamo che la cultura sia effettivamente patrimonio di tutti, è necessario creare una coscienza civica che, in prospettiva, crei una base di informazione e di progettazione che tenga conto delle DIVERSE esigenze dell’utenza.

L’evento viene inaugurato il 3 dicembre, in occasione della “Giornata internazionale delle persone con disabilità” indetta dal MiBACT e resterà attivo per due settimane, negli orari di apertura del Museo.

Le postazioni tattili e olfattive sono tre, da sperimentare bendati e riguardano l’arte preistorica, le materie prime e i manufatti, l’addomesticazione delle piante e degli animali. La Preistoria viene così resa accessibile attraverso l’esplorazione tattile di strumenti, riproduzioni e calchi (realizzati anche attraverso le tecniche dell’archeologia sperimentale).

Le postazioni sono ispirate ai criteri di “VIETATO non TOCCARE”, un percorso esemplare ideato dall’Università di Siena ed esportato negli anni passati in diverse sedi museali. L’obiettivo è presentare alcune delle soluzioni alternative alla realizzazione di percorsi espositivi e di fruizione dei Beni culturali, con la filosofia del Design for All.

La collaborazione tra il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria, l’Università di Siena (Ufficio Accoglienza studenti disabili e DSA; Dipartimento di Scienze storiche e beni culturali) e l’Università di Firenze (Dipartimento SAGAS), ha dato vita a questo importante progetto che promuove il binomio Scuola e Patrimonio culturale. In quest’ambito collaborativo si colloca il progetto “ABCD. ARTE, BELLEZZA, CULTURA E DIRITTI”, uno dei 12 progetti finanziati dal MIUR nel campo della divulgazione dell’archeologia e delle tematiche di museografia con le tecniche dell’“accessibilità universale”.

Questa esperienza inclusiva vuole diffondere i principi di accoglienza e di integrazione, visti come impegno civico dell’Università e delle Istituzioni culturali che, a vario titolo e attraverso esperienze condivise sull’accessibilità dei Beni culturali, coinvolgano in primis Istituti scolatici e non solo. L’allestimento presso il Museo di Preistoria segue, in ordine di tempo, le due mostre allestite a Siena presso l’Accademia dei Fisiocritici (in collaborazione con la Fondazione Musei senesi) e a Cortona (in collaborazione con il Comune e il MAEC).

Nella medesima giornata del 3 dicembre pv nei locali del Museo si terranno due concerti organizzati dalla Scuola di Musica di Fiesole, dal Conservatorio Cherubini, dall’Opera di Firenze/Maggio musicale fiorentino e dall’Orchestra della Toscana nell’ambito del progetto STRINGCITY, un’iniziativa del Comune di Firenze per la valorizzazione dei luoghi di cultura a Firenze.

Orario: dal lunedì al sabato, h. 9.30-12.30; martedì e giovedì anche orario pomeridiano h.15.30-18.30.

Info e prenotazioni:info@museofiorentinopreistoria.it, tel e fax 055-295159.