Mostra LA FRAGILITA’ DEL SEGNO

Mostra_Fragilita_del_segno_3

La mostra “La fragilità del segno. Arte rupestre dell’Africa nell’archivio dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria” sotto il patronato dell’UNESCO, è realizzata dall’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, in collaborazione con Polo Museale della Toscana/Museo Archeologico Nazionale di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Virgilio Sieni / Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza, Ufficio UNESCO del Comune di Firenze, Università di Firenze – Funzione per lo Sviluppo di Prodotti Multimediali, con il contributo MIUR. Con il patrocinio del MIBACT, della Commissione Nazionale Italiana per UNESCO (CNI), del Comune di Firenze, del Dipartimento di Biologia dell’Università di Firenze.

A cura di Anna Revedin, Luca Bachechi, Andrea De Pascale, Silvia Florindi
La mostra propone alcune tra le più antiche e straordinarie attestazioni artistiche dell’umanità, situate in luoghi attualmente inaccessibili a causa di conflitti interni e internazionali, ponendo l’attenzione sulla necessità di preservare questo inestimabile ma fragile patrimonio dell’umanità.
Si tratta di un percorso immersivo tra immagini e filmati dell’archivio IIPP, realizzati fra gli anni ’30 e gli anni ‘60 da Paolo Graziosi nel corso delle missioni di studio sull’arte rupestre della Libia e del Corno d’Africa. In occasione dell’inaugurazione è stata rappresentata una coreografia di Virgilio Sieni.

ANTEPRIMA DELLA MOSTRA

Museo Archeologico Nazionale di Firenze, piazza Ss. Annunziata 9b
dal 23 settembre – PROROGATA fino al 12 dicembre 2017

Orario:
Da martedì a venerdì: 8.30 – 19.00 (ultimo ingresso 18.15)
Sabato, domenica e lunedì: 8.30 – 14.00 (ultimo ingresso 13.15)
info IIPP: 055 2340765 – iipp@iipp.it
DEPLIANT