Decreto per il 5 per mille

L’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria si occupa da più di cinquant’anni di promuovere e supportare la ricerca scientifica e la divulgazione dei risultati nell’ambito degli studi della preistoria dell’uomo e delle fasi culturali che hanno preceduto la comparsa della scrittura. Oltre ad una serie di progetti di ricerca in ambito nazionale ed internazionale, organizzazione di convegni, mostre e conferenze, l’IIPP ha un’intensa attività editoriale grazie alla quale pubblica regolarmente la Rivista di Scienze Preistoriche, la collana di monografie Origines e altri lavori. L’IIPP rappresenta sicuramente l’istituzione di riferimento per gli studiosi italiani e stranieri che si occupano delle fasi più antiche della storia dell’Uomo.

Grazie quindi alla sua alta valenza scientifica l’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria è stato inserito nell’ambito della categoria “ricerca scientifica e delle università (art. 1, comma 337, lettera b L. 266/2005)”.

Il decreto del Presidente del Consiglio 20.01.2006 (GU n. 22 del 27.01.2006), rende operativo l’art. 1, comma 337 della Legge finanziaria (L. 266/2005), dove si definiscono le modalità di destinazione del 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche. Il contribuente può quindi scegliere di destinare la quota (che altrimenti confluirebbe nelle casse dello Stato) per finalità di volontariato, ricerca scientifica, sanitaria e attività sociali.

L’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria (IIPP) rientra nella categoria delle istituzioni di ricerca scientifica e quindi può essere oggetto di destinazione della citata destinazione del 5 per mille dell’IRPEF da parte di chiunque voglia sostenerne l’attività.

Per contribuire con il proprio apporto all’attività dell’IIPP si può scegliere di destinare la quota del 5 per mille della propria imposta sul reddito delle persone fisiche, periodo di imposta 2005, apponendo la firma nell’apposito riquadro in alto a destra sui modelli di dichiarazione “finanziamento della ricerca scientifica e delle università” (CUD 2006; 730/1-bis redditi 2005; UNICO persone fisiche 2006); si dovrà inoltre indicare nello spazio sottostante (cfr fac simile) il Codice Fiscale 01322310481 dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria.

Nota Bene: per la quota del 5 per mille non è possibile indicare più di un beneficiario.
La scelta di destinazione dell’8 per mille dell’IRPEF e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro. Pertanto possono essere espresse ENTRAMBE le scelte.

Chiediamo ai soci di farsi promotori di questa grande opportunità, anche nell’ambito della propria sfera sociale, per migliorare la condizione finanziaria dell’Istituto, permettendogli così di mantenere e ampliare la propria attività rispondendo nel modo più completo alle finalità istituzionali.

Il Presidente
Allegato: FACSIMILE

Lascia un commento