Forme umane preistoriche di Serra Crabiles (Sennori – Sassari) nel contesto antropico paleosardo

Atti della XXII riunione scientifica IIPP, in Sardegna centro-settentrionale

L’A. esamina dal punto di vista morfometrico e anatomopatologico alcuni resti ossei umani, rinvenuti in una domus de ;anas di Serra Crabiles (Sennori-Sassari) insieme a scarso e incompleto materiale culturale Monte Claro e Campaniforme. Trattasi di un piccolo gruppo umano, composto da almeno sei individui (tre uomini e tre donne), deceduti in età adulta non avanzata e inseribili in una tipologia abbastanza omogenea e caratterizzata da un attenuato dimorfismo sessuale. Il neurocranio è dolicomorfo gracile di media capacità cranica. Il cranio facciale è eurieno con orbite cameconche e cavità nasale mesorrina. Il tipo umano emerso è riconducibile morfologicamente a forme mediterranee antiche (corrente orientale). 10 scheletro post-craniale è gracile: gli omeri sono euribrachici; un’ulna è eurolenica; i femori sono platimerici con pilastro debole; le tibie sono in media euricnemiche. La statura nel vivente è di cm 162,9 negli uomini e cm 147,7 nelle donne (Manouvrier). Confronti morfometrici, effettuati con altri sette campioni paleosardi, accostano quello in esame alla componente dolicomorfa gracile dei campioni di Capo S. Elia-Cagliari, di Anghelu Ruju-Sassari e forse anche di Lu Maccioni-Sassari. L’indagine paleopatologica ha messo in evidenza usure occlusali, carie, fatti piorroici e dismorfici a carico dell’apparato masticatorio una vasta ferita a carico del tavolato fronto-parietale di sinistra nel resto cranico «SC/l» e una neoformazione ossea di origine traumatica a carico del frammento omerale «SC/3».

F. GERMANÀ – Forme umane preistoriche di Serra Crabiles (Sennori – Sassari) nel contesto antropico paleosardo

Lascia un commento