Il ripostiglio di Marsia: prime osservazioni

Atti della XXXVIII riunione scientifica IIPP “Preistoria e Protostoria delle Marche”

IL RIPOSTIGLIO DI MARSIA: PRIME OSSERVAZIONI. – Negli anni 1890 e 1892 fu acquisito dal museo di Ascoli Piceno un gruppo di manufatti frammentari di bronzo provenienti da un ripostiglio, venuto in luce a Marsia (Roccafluvione) in circostanze ignote. Il ripostiglio comprende: pani di forma non definibile (Fig. 1 nn. 1-2) e un pane a piccone (Fig. 1 n. 3), asce (Figg. 2; 3 nn. 1-2), coltelli (Figg. 3, nn. 3-4; 4), una cuspide di giavellotto (Fig. 5 n. 1), fibule (Fig. 5 nn. 2-4), un braccialetto tipo Pariana (Fig. 5 n. 5), una lamina decorata a sbalzo (Fig. 5 n. 6); di non sicura pertinenza sono altri due frammenti di lamina (Fig. 6). Buona parte dei pezzi può plausibilmente essere datata alla fase 2 del Bronzo finale, e trova confronto perlopiù in un’area circostante compresa tra Marche, Abruzzo e Umbria. Una distribuzione extraregionale è stata riconosciuta per il braccialetto tipo Pariana, la cui diffusione si concentra nell’Italia nordoccidentale.

G.L. CARANCINI, M. PACCIARELLI, N, LUCENTINI, Il ripostiglio di Marsia: prime osservazioni

Lascia un commento