La datazione delle più antiche incisioni rupestri dell'arco alpino alla luce dei ritrovamenti di Vollein (Valle d'Aosta)

Atti della XXVIII riunione scientifica IIPP “L’arte in Italia dal Paleolitico all’età del Bronzo”

Un gruppo di incisioni rupestri si trova strettamente associato alla necropoli con tombe a cista di Vollein (Aosta). Il sito è caratterizzato dalla presenza di ceramiche a scanalature riferibili ad una cultura dell’eneolitico antico, finora sconosciuta nell’arco alpino e databile al 3000-2800 a.C. Il complesso delle raffigurazioni che appaiono profondamente incise, mostra l’associazione di tre elementi principali: coppelle, impronte di piedi, segni lineari ad andamento curvilineo. Viene messo in evidenza l’originario significato funerario delle coppelle e, in generale, di questo tipo di rappresentazioni simboliche.

F. MEZZENA, R. MORANDI – La datazione delle più antiche incisioni rupestri dell’arco alpino alla luce dei ritrovamenti di Vollein (Valle d’Aosta)

Lascia un commento